Ecco il drone che cambia forma e dimensioni in volo!

All’Università di Zurigo hanno creato un drone che può cambiare forma e dimensioni mentre è in volo, proprio come un robot transformer dei cartoni animati giapponesi degli anni ’80 e ’90.

Questa sua capacità di adattarsi alle circostanze in tempo reale, senza dover atterrare e ripartire per cambiare forma o senza dover mandare in volo un drone di dimensioni più piccole, può risultare decisiva in caso di disastro ambientale, quando il contesto in cui volare è imprevedibile.

E infatti questo drone è pensato proprio per le operazioni di ricerca e soccorso, situazioni in cui ad esempio può rimpicciolirsi per passare attraverso una piccola apertura lungo la parete di un edificio crollato.

Davide Falanga, ricercatore all’Università di Zurigo e primo autore della ricerca, afferma che dal punto di vista meccanico questo drone è abbastanza semplice, mentre il suo cavallo di battaglia risiede nei suoi sistemi di percezione e controllo onboard.

Insomma, anche se salta all’occhio per quello che può fare fisicamente, il suo vero segreto sta nella capacità di interpretare quello che vede e adattarsi nel modo migliore alle circostanze.

Ma come è costruito? Ognuna delle quattro eliche è autonoma rispetto alle altre. I bracci sono allungati nella classica forma a X, ma in casi di necessità possono ritrarsi e cambiare posizione fino ad assumere una forma ad H (più stretta e più lunga), una forma ultra compatta ad O, e addirittura una forma a T, con la camera di bordo che, laddove il drone non possa procedere nonostante la sua forma più piccola, può ancora spingersi in avanti per avvicinarsi ancora di più verso l’oggetto inquadrato, centimetri fondamentali ad esempio per capire se in uno scantinato parzialmente crollato c’è o meno una vittima da salvare.

E infatti parlando dello stadio di sviluppo del progetto, che è ancora agli inizi, Falanga dice che l’obiettivo finale è quello di dare al drone un livello di istruzione tale da renderlo in grado di entrare in un edificio, ispezionare ogni stanza e poi tornare fuori tutto da solo.

Fonte dronezine.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here